Fili biostimolanti

IL TRATTAMENTO CON FILI BIOSTIMOLANTI

I fili biostimolanti rappresentano l’approccio anti-aging per eccellenza. Per ottenere un rimodellamento di alcune zone del viso come guance, zigomi, mandibole e sopracciglia, e un ringiovanimento della pelle del collo o di altre zone del corpo come décolleté, braccia, addome  e gambe, è possibile ricorrere a questa tecnica, non invasiva che prevede l’utilizzo di fili di biostimolazione.

 

Cosa sono i fili biostimolanti

Questa procedura, conosciuta con nomi diversi, FTC Lift (Fine Thread Contour), Soft Lifting Biostimolante o semplicemente Fili Biostimolanti, è un trattamento innovativo che permette un bio-stimolazione della pelle, inserendo nel tessuto cutaneo senza incisione dei sottilissimi fili riassorbibili in PDO (polidiossanone),  la stessa sostanza che compone i punti di sutura.

 

Come funzionano i fili biostimolanti

Il trattamento con fili biostimolanti è poco invasivo e permette di aumentare la produzione e proliferazione di collagene donando al viso un effetto liftante: i fili infatti vengono posizionati a reticolo sotto la cute e riescono a dare una reazione biologica in grado di “tendere” la pelle dando vita ad un vero e proprio “bio-lifting“. I fili, una volta inseriti, seguono la loro naturale evoluzione sciogliendosi nell’arco di qualche settimana, stimolando così il processo di rinnovamento e lifting della pelle.

 

Il trattamento va quindi eseguito 3-4 volte a distanza di circa un mese l’una dall’altra in modo da poter avere un effetto sommatorio delle singole sedute ed è visibile immediatamente dopo l’inserimento anche se si possono osservare i risultati completi circa 2-3 settimane dopo l’inserimento.

 

Nonostante questo sia un trattamento per nulla invasivo, tanto da essere stato ribattezzato il “lifting della pausa pranzo”, è importante seguire alcuni accorgimenti dopo che gli aghi sono stati inseriti come ad esempio evitare fonti di calore eccessive (saune, solarium, eccetera) per qualche giorno. Un buon professionista saprà consigliarvi e raccomandarvi tutte le accortezze del caso.

 

Le alternative ai fili biostimolanti

Il trattamento con fili biostimolanti viene, come detto, chiamato anche soft lifting. Questo perché i risultati che si ottengono sono paragonabili a quello di un lifting chirurgico. A differenza di questo però, con i fili riassorbibili si hanno risultati assolutamente naturali, senza suture o cicatrici visibili sulla pelle fin da subito nell’immediato del post trattamento. Inoltre questo è un trattamento esclusivamente ambulatoriale, minimamente invasivo e dona alla pelle del paziente un aspetto più giovane, vitale e luminoso, senza aver bisogno di entrare in sala operatoria, senza ricovero o anestesia  (se non una minima anestesia) e che quindi permette ai pazienti di tornare alla propria routine quotidiana immediatamente senza controindicazioni.