Mesoterapia

IL TRATTAMENTO DI MESOTERAPIA

Nella seconda metà del XX secolo un medico francese, Michel Pistor, iniziò a praticare iniezioni intradermiche di alcuni specifici farmaci per aumentarne la distribuzione diretta nelle zone d’interesse, ovvero, laddove fosse presente il processo patologico.

 

Cos’è la mesoterapia

Pistor viene considerato il padre della moderna mesoterapia, che consiste nell’iniezione di principi curativi a livello del mesoderma, quella lamina cellulare dalla quale risultano, in condizioni di sviluppo definitive, numerose strutture del corpo umano: tessuti ossei, cartilagini e connettivi. Lo scopo della mesoterapia è disintossicare l’organismo, favorendo l’eliminazione dei liquidi in eccesso, e migliorare la tonicità ed elasticità della pelle.

Nello specifico, viene consigliata per il trattamento di:

-adiposità locali e cellulite

-patologie dermatologiche

-insufficienza venosa e/o linfatica

-piccoli traumi sportivi (mesoterapia antalgica)

 

Non solo, è indicata anche per la riabilitazione motoria, la biostimolazione e per il ringiovanimento cutaneo del viso, riducendone i segni dell’invecchiamento o di cicatrici da acne. Ma, nella maggior parte dei casi, la mesoterapia viene applicata per il trattamento della cellulite, in quanto riporta ad un buon circolo sanguigno e linfatico e migliora le condizioni del tessuto alterato.

 

Come funziona la mesoterapia

I farmaci utilizzati variano a seconda della patologia da trattare, si va dai revitalizzanti cutanei ai protettivi dei vasi capillari, dagli antinfiammatori agli antiedemigeni, con molte varianti anche miscelate tra loro. Le sostanze vengono poi diluite in una soluzione fisiologica con piccole quantità di anestetici ed iniettate nel livello superficiale del derma e non ai livelli più profondi.

 

Gli effetti della mesoterapia

Si tratta di una pratica indolore. Solo al termine dell’iniezione potrebbe formarsi un pomfo (o piccolo ematoma) che tenderà a riassorbirsi in fretta. L’intero ciclo di mesoterapia normalmente prevede dalle 8 alle 15 sedute una volta alla settimana. Successivamente, si procede con una seduta di mantenimento al mese per stabilizzare i risultati ottenuti.

 

Esistono terapie, più che alternative, complementari alla mesoterapia, e sono: bendaggi, fanghi termali, massaggi linfodrenanti, idromassaggio, linfodrenaggi e, nei casi di sovrappeso, si renderà necessario cambiare anche il proprio regime alimentare e fare esercizio fisico per alcuni giorni alla settimana. Gli stessi trattamenti vengono applicati anche per combattere gli inestetismi della cellulite.

 

Le cause della cellulite

La cellulite è un’alterazione degenerativa del tessuto dermico e ipodermico che si instaura nello spazio tra cute e muscoli, laddove vi sono cellule adipose, e procura una stasi della circolazione, impedendo alle scorie prodotte dalle cellule di venire drenate attraverso il sistema circolatorio venoso e linfatico.

 

La cellulite è causata principalmente da predisposizione individuale e familiare e in alcuni casi anche da alimentazione scorretta, in quanto questa affatica il fegato che non riesce a disintossicare l’organismo dalle tossine, che tenderanno a depositarsi negli spazi intercellulari.

Ma vi sono anche altre cause, come: una vita sedentaria (poco sport), il fumo, troppo caffè o superalcolici, non rispettare i fisiologici ritmi del sonno, lo stress, indossare indumenti che riducono la circolazione come collant, tacchi troppo alti o pantaloni troppo stretti.