Lifting alle cosce

L'INTERVENTO DI LIFTING ALLE COSCE

L’attività fisica è importante e, se portata avanti con costanza e con la corretta alimentazione, permette di raggiungere i risultati sperati. A seguito di una dieta drastica però può succedere che la pelle risulti particolarmente cadente e che, nonostante i continui esercizi, fatichi a tornare tonica come prima. In questo caso, il lifting aiuta a ritrovare la tonificazione desiderata. Il lifting può essere eseguito in diverse parti del corpo tra cui appunto le cosce e le braccia.

 

Cos’è il lifting alle cosce

Nel caso di cosce flaccide, o con molte smagliature a seguito di una massiccia perdita di peso o a causa dell’invecchiamento cutaneo, se si ha pelle in eccesso o con un aspetto grinzoso per la mancanza di attività fisica, il lifting permette di sollevare e rassodare l’interno coscia e donargli un aspetto più tonico.

 

Come funziona il lifting alle cosce

Il lifting agli arti, siano essi superiori o inferiori, è un intervento chirurgico abbastanza complesso che prevede una visita medica scrupolosa e completa al fine di escludere eventuali controindicazioni alla chirurgia. Il lifting degli arti inferiori avviene attraverso un’incisione nella piega inguinale e se ne distinguono due tipi, a seconda dell’area su cui si interviene e dall’ampiezza dell’incisione:

-una incisione va dalla piega inguinale fino a metà del solco gluteo (cruroplastica) e serve per conferire maggiore tensione all’interno coscia;

-l’altra incisione si prolunga sui fianchi e sul dorso (lifting circonferenziale) e serve a rassodare la coscia in tutta la sua circonferenza.

 

In entrambe le incisioni avviene lo scollamento dello strato cutaneo-adiposo dalle fasce muscolari e viene stirato verso l’alto. Le cicatrici rimangono nascoste nelle pieghe naturali nel caso della cruroplastica, o visibili sui fianchi nel caso del lifting circonferenziale. Per entrambi gli interventi, se necessario, è possibile associare la liposcultura per rimuovere anche il grasso in eccesso.

 

Gli effetti del lifting alle cosce

Dopo l’intervento si potrebbe avvertire dolore in corrispondenza delle parti operate e per i primi 5-7 giorni, nel caso del lifting alle cosce, la deambulazione potrebbe risultare lenta e difficoltosa a causa delle ferite chirurgiche. A distanza di 10 giorni verranno asportati i punti di sutura.
È fondamentale, dopo questo tipo di operazioni, fare attenzione ai movimenti bruschi ed evitare qualunque tipo di attività fisica, che si potrà riprendere dopo 4 – 6 settimane dall’intervento

 

Le alternative al lifting alle cosce

Il lifting alle cosce è un intervento piuttosto invasivo: per questa ragione potrebbe essere surrogato dalla lipoaspirazione, una tecnica più veloce e meno invasiva, associata a trattamenti che stimolino la cute come la carbossiterapia, i fili biostimolanti e la mesoterapia.