Carbossiterapia

IL TRATTAMENTO DI CARBOSSITERAPIA

La carbossiterapia è una tecnica scoperta per caso nel 1930 in Francia, all’interno di un’area termale ricca di anidride carbonica, dove si era notato che gli inestetismi guarivano molto più velocemente rispetto al normale. L’anidride carbonica, infatti, può essere un ottimo alleato del viso e del corpo umano.

 

Cos’è la carbossiterapia

La carbossiterapia viene oggi utilizzata per ricompattare la pelle di braccia e gambe, per combattere efficacemente la cellulite e rimuovere accumuli di grasso localizzati su pancia, cosce o glutei. Inoltre, si è visto come l’anidride carbonica sia un gas che svolge un’azione antiaging, facendo apparire la pelle più elastica e omogenea dalla prima seduta, utile anche per combattere le smagliature in modo facile e veloce.

 

Come funziona la carbossiterapia

Il trattamento prevede microiniezioni di anidride carbonica, sia nel derma sia sottocute, tramite un piccolo ago da filler. Non è prevista alcuna anestesia e, nella maggior parte dei casi, il trattamento è risultato indolore.

L’anidride carbonica ha una duplice azione:

-da un lato provoca l’immediata riapertura dei capillari chiusi, migliorando così il microcircolo e l’ossigenazione dei tessuti;

-dall’altro, grazie alla stimolazione dei fibroblasti, favorisce il riallineamento delle fibre elastiche, generando nuovo collagene ed elastina.

 

Già dopo le prime sedute, si nota una nuova densità del derma, un’attenuazione delle smagliature e della pelle a “buccia d’ arancia”. Ciascuna seduta dura all’incirca 15 minuti ed il numero varia in base alla patologia da trattare (di norma 6-10 sedute per il primo ciclo).

 

Non sono previsti effetti collaterali. Le iniezioni di anidride provocano solo un leggero pizzicorino e sulla pelle si avvertirà una sensazione di calore per un quarto d’ora circa. Potrebbero formarsi piccole ecchimosi sulle zone trattate, ma spariranno nel giro di qualche giorno.

 

Le alternative alla carbossiterapia

Questo trattamento viene sconsigliato a chi soffre di gravi patologie respiratorie. Una valida alternativa può essere il trattamento denominato mesoterapia ovvero l’iniezione multipla di microgocce di sostanze attive sul miglioramento della cute, la ritenzione idrica, la cellulite e l’elasticità cutanea.