Il diario della lipo: parte 2

Vi ho presentato Mandarina nel primo post (se ve lo siete perso, lo trovate qui). Eravamo arrivati a quando finalmente la mia bella paziente si era decisa a fare l’intervento, dopo tanti pensieri, dubbi e ricerche. Il resto ve lo racconta lei. Altre info, scritte invece da me, le trovate in questo post: Dimagrire con la liposuzione.

 

La prima visita

Rieccomi! Come vi dicevo nel post precedente, la scelta di fare la liposuzione non è stata facile e non è arrivata subito. C’è voluta una buona dose di consapevolezza e di coraggio, nonché un tempo non indifferente per capire a chi rivolgermi. Io ho scelto Matteo, perché non c’è niente come il parere positivo di un amico (M., che aveva fatto la liposuzione all’addome un anno prima) per convincerti ad andare da uno specialista o da un altro… vale per il parrucchiere come per il chirurgo estetico 🙂

Ho incontrato Matteo e il suo staff per la prima volta nella clinica dove opera principalmente, a Padova, e si è trattato sostanzialmente di un colloquio conoscitivo e informativo. Sono andata da sola, perché avevo deciso di non raccontare a nessuno della mia scelta, tranne che al mio amico M. E comunque anche in quel momento non ero poi così convinta di voler fare l’operazione – diciamo che dovevo ancora sciogliere alcune riserve. E in questo senso la prima visita è stata senz’altro risolutiva: le infermiere e le specialiste che mi hanno accolta mi hanno sciolto ogni dubbio, spiegandomi per filo e per segno come si sarebbe svolta l’operazione e che tipo di risultati potevo aspettarmi.

 

Settare le aspettative

Questa è la cosa più importante e che credo sia tanto di responsabilità del paziente quanto del medico e del suo staff. Bisogna sapere cosa aspettarsi e capire che la lipo 1) non fa miracoli 2) non è per tutti. Ci sono casi in cui la lipo NON FUNZIONA, o meglio: non va bene per la tipologia e la quantità di grasso che si vorrebbe rimuovere. Questi aspetti li lascio meglio spiegare a Matteo perché non sono di mia competenza. Ma la prima visita è stata per me fondamentale nel capire come sarebbe cambiato il mio corpo dopo l’intervento e con che tempistiche. Matteo ha prima voluto sapere cosa volevo cambiare e perché, più che altro la mia storia: quella che ho raccontato precedentemente nel blog. Se avevo fatto dieta, se facevo sport, se mi ero mai sottoposta ad altri interventi, ma soprattutto che stile di vita avessi e come pensavo di mantenerlo o cambiarlo dopo l’intervento. E mi ha spiegato che la liposuzione non è comunque una passeggiata, pur essendo molto meno invasiva di altri interventi di chirurgia estetica.

 

Prepararsi all’intervento

Durante la prima visita mi è stato dato tutto il materiale che mi serviva per prepararmi all’intervento. Ci sono dei medicinali da comprare in anticipo e ovviamente delle analisi da fare. In particolare Matteo mi ha dato una serie di valori del sangue e delle urine da controllare (è un check banale che si può fare in qualsiasi laboratorio privato molto velocemente e a costo contenuto) e un elettrocardiogramma (ECG) che serve a vedere se il cuore funziona bene.

L’altra cosa importante da sapere e da capire subito è che la liposuzione non è una bacchetta magica: il giorno dopo non ti ritrovi mica con la pancia piatta o le gambe a stecco 😀 Dopo l’operazione, il mio corpo si sarebbe lentamente adattato all’intervento subìto e sarebbe rientrato completamente alla normalità nel giro di circa 2 mesi. Per il primo mese, inoltre, non avrei potuto fare attività fisica. Questo significa anche che è necessario controllare ancora di più l’alimentazione e assicurarsi di non “sgarrare” troppo, anzi: ridurre il consumo di carboidrati e seguire una dieta equilibrata e il più possibile sana avrebbe aumentato significativamente il successo dell’operazione. Per questo avevo deciso di iniziare già prima dell’intervento ad adattarmi ad un nuovo stile di vita, più consapevole e meno altalenante. Nessuna dieta drastica, nessun eccesso… in un senso e nell’altro! Avevo bisogno di stabilizzare il mio metabolismo e le mie abitudini, in modo da prepararmi nel modo migliore alla lipo e anche al “post-lipo”.

 

Pronti a scoprire il resto?

A quel punto restava solo da scegliere la data! Decisi di farlo a fine gennaio, un mese buono dopo i bagordi natalizi. Vi racconto l’intervento nel prossimo post. Se avete dubbi o domande potete scrivermeli qui sotto o direttamente a Matteo anche su Facebook e Instagram.

Grazie di avermi letto!

Commenti